Home / Attività / Formazione

Formazione

La formazione dipende dal tipo di attività che il socio decide di svolgere all’interno dell’associazione. Per tutti, il primo passo è un colloquio con la Commissione Soci, che illustra le attività della Pubblica e raccoglie la disponibilità nel nuovo socio. Poi, in base al campo d’azione prescelto (centralino, soccorso in ambulanza, servizi sociali), è previsto uno specifico percorso formativo che permette all’aspirante volontario di familiarizzare con l’ambiente della Pubblica e di acquisire gradualmente le competenze necessarie per svolgere autonomamente le varie funzioni (di centralinista, aiuto soccorritore, soccorritore ecc.).

Per chi è interessato a svolgere servizio di emergenza in ambulanza, esiste un primo percorso formativo della durata di un mese circa, articolato in 5 serate in cui vengono illustrati il funzionamento del centralino e le caratteristiche dei presidi sanitari presenti sulle ambulanze. Contemporaneamente, è possibile iniziare l’attività di aiuto-centralinista e imparare così a gestire il centralino, vero e proprio “cuore pulsante” dell’associazione. Dopo un certo numero di affiancamenti, l’aspirante socio potrà acquisire la qualifica di centralinista superando un esame che prevede una prova scritta e una prova pratica.

Alcuni soci terminano qui il loro percorso, altri invece decidono di proseguire per diventare soccorritori. Per questi volontari, il passo successivo è l’esame da aiuto soccorritore. Con questa qualifica, sarà possibile uscire in ambulanza con l’equipaggio e cominciare a fare esperienza nell’emergenza. Dopo un periodo di tempo variabile (comunque mai inferiore ad un anno) e una volta acquisito l’attestato di BLSD (rianimazione cardio-polmonare con defibrillatore), il socio potrà candidarsi a diventare soccorritore. In questo caso, la qualifica viene rilasciata dal Direttore Sanitario, dopo aver superato un esame scritto e 2 prove (orale e pratica). In definitiva, quindi, per chi volesse diventare soccorritore, la durata del percorso formativo si può quantificare in circa un anno e mezzo.

Esistono poi altre figure che operano nel sociale: il percorso formativo di questi volontari è più breve, ma prevede comunque lezioni per conoscere i presidi sanitari e il funzionamento dei dispositivi (sollevatori per il trasporto di disabili ecc.) in dotazione ai mezzi  utilizzati per i servizi di accompagnamento.

La formazione e l’aggiornamento sono fondamentali per i volontari. Non è possibile improvvisarsi soccorritori, e comunque anche dopo aver acquisito la qualifica, è importante continuare ad aggiornarsi e ad esercitarsi per poter essere sempre in grado di affrontare l’emergenza nel migliore dei modi.

LA PUBBLICA ASSISTENZA, PERÒ, RIVOLGE LA PROPRIA ATTIVITA’ FORMATIVA ANCHE AL DI FUORI DELL’ASSOCIAZIONE: OGNI AUTUNNO, AD ESEMPIO, SI SVOLGE IL TRADIZIONALE CORSO DI PRIMO SOCCORSO RIVOLTO AI CITTADINI.

Il corso di primo soccorso organizzato dalla Pubblica Assistenza Sasso Marconi è ormai un evento consolidato e atteso dalla cittadinanza: nel 2011 siamo giunti alla 36ª edizione. Durante il corso, che si articola in 14-15 serate, vengono trattati vari argomenti di carattere sanitario e fornite le nozioni di base per affrontare le situazioni di emergenza legate a malori, infortuni domestici o sul luogo di lavoro.

Il corso prevede anche esercitazioni pratiche per imparare ad usare gli strumenti per la misurazione della pressione arteriosa, della glicemia e della saturazione dell’ossigeno nel sangue. Inoltre, si insegnano a fare bendaggi e medicazioni, si mostrano le posizioni da far assumere al paziente colpito da malore e le immobilizzazioni di fortuna in caso di traumi. Di particolare rilievo, infine, è la lezione teorico/pratica di rianimazione cardio-polmonare, durante la quale viene insegnato come intervenire in caso di arresto cardiaco: imparare ad effettuare queste manovre è molto importante perché più sono le persone in grado di intervenire in situazioni del genere, e più aumentano le possibilità di salvezza per il paziente.

ALTRE INIZIATIVE DI CARATTERE FORMATIVO

Ogni anno organizziamo anche “In Piazza per la salute”, una giornata che intende sensibilizzare la cittadinanza su uno specifico argomento di carattere sanitario. Con l’occasione, oltre ad offrire ai cittadini la possibilità di sottoporsi gratuitamente ad un esame specifico a seconda dell’argomento trattato (elettrocardiogramma, spirometria ecc.) e ad un controllo gratuito della pressione arteriosa e della glicemia, vengono organizzati seminari tenuti da medici specialisti.

Siamo inoltre presenti sul territorio collaborando al progetto “Sasso nel Cuore”  che prevede la presenza di defibrillatori (e di persone abilitate al loro uso) in alcuni punti cruciali del territorio.

[adrotate group="3"]